Foto del sesso in carcere femminile

Tabù: Amore in prigione

Sesso con ragazza addormentata foto

Detenute all'esterno dell'area di reclusione durante la loro ora di "passeggio". Pozzuoli, luglio Tutte le foto di Claudio Menna.

Il primo capitolo del mio progetto riguarda Pozzuoli Nauno dei cinque carceri femminili presenti in Italia—gli altri hanno sede a Trani, Rebibbia, Empoli e Giudecca. Il resto della popolazione carceraria femminile, che costituisce il cinque percento della popolazione carceraria italiana totale, è distribuito tra le 52 sezioni femminili degli istituti di pena sparsi per tutto il paese. L'istituto di detenzione femminile di Pozzuoli mi aveva sempre foto del sesso in carcere femminile per la sua storia: l'edificio risale al quindicesimo secolo, quando l'intero complesso era un convento fondato dai frati minori.

Dopo il terremoto del questo era stato adibito a rifugio per pescatori e marinai, e successivamente ad area cimiteriale e residenza estiva per la diocesi. Oggi il carcere si compone di tre sezioni, una per piano, in cui le detenute sono suddivise per pena e reati commessi. Ogni sezione dell'Istituto ha un telefono a disposizione delle detenute che possono utilizzare secondo una precisa regolamentazione interna.

Il comitato "Parenti e amici delle detenute del carcere di Pozzuoli" intrattiene una fitta corrispondenza con le recluse, e fino al maggio non vi era mai stata alcuna denuncia delle detenute riguardo la loro condizione nella struttura. Vogliamo informarvi che viviamo in una stanza foto del sesso in carcere femminile cui siamo degradate e costrette a vivere piene di umidità [ Tanto che l'inverno, tante volte, talmente che fa freddo che ci alziamo solo per mangiare [ Lo sapete che quando lavoriamo il carcere si prende 50 euro ogni mese per il letto?

Si lavora molto e prendiamo quasi l'elemosina e quindi questo è un altro abuso, di sfruttamento vero e proprio. Ma lo Stato questo lo sa? O conviene anche a loro? Grazie sempre per quello che fate per noi. Alcune detenute lavorano nella cucina della prigione. Se le detenute non vogliono mangiare il cibo della mensa, hanno la possibilità di cucinare e consumare gli alimenti che acquistano direttamente nelle loro celle.

Pozzuoli, maggio Risale proprio a quel periodo, dopo le richieste inoltrate alle autorità e alcuni colloqui con la direttrice del carcere, il mio primo ingresso nell'istituto di Pozzuoli per una serie di incontri diretti con le detenute della seconda sezione. Da maggio foto del sesso in carcere femminile ci sono tornato più volte, e di volta in volta ho iniziato a notare come cambiasse il foto del sesso in carcere femminile atteggiamento nei miei confronti.

All'inizio era freddo e distaccato, per forza di cose privo di reciproca fiducia, ma col tempo sono riuscito ad avere risposte alle domande che mi avevano portato a interessarmi al tema. Per molte delle donne che ho incontrato, il rapporto col carcere era foto del sesso in carcere femminile di brevi e ripetute permanenze per reati contro il patrimonio o foto del sesso in carcere femminile e detenzione di stupefacenti.

Anche la voce "prostituzione" compariva tra la casistica, seppure con minore frequenza: non essendo incriminabile lo status di prostituta, si trattava di reati legati a tale condizione, come oltraggio, lesione e resistenza a pubblico ufficiale, violazione del foglio di via, atti osceni, rissa. Dopo aver conosciuto le detenute sono passato alle foto. Al centro della mia osservazione c'erano i comportamenti, le abitudini e il quotidiano. Ritratto di una giovane detenuta nella sua cella. Interno di una cella nella seconda sezione.

Sono evidenti le condizioni fatiscenti in cui le detenute sono costrette a vivere. Umidità e muffa sono presenti in quasi tutto l'edificio. Pozzuoli, giugno Attraverso il "Progetto Jonathan" il regime carcerario è stato modificato, consentendo maggiori agevolazioni per le detenute.

Tra queste ci sono sicuramente le celle aperte, che consentono alle recluse di potersi muovere liberamente nell'intera sezione di appartenenza. Qui alcune detenute giocano a tombola. L'omosessualità è piuttosto diffusa foto del sesso in carcere femminile le detenute, ed è "stranamente" vissuta in maniera molto aperta. Ritratto di una coppia. Particolare dell'area studio dell'Istituto.

L'area passeggi interna al carcere viene utilizzata dalle detenute, specialmente in estate, come un improvvisato solarium open space con teli da mare e crema abbronzante. Una detenuta mostra sui polsi due tatuaggi corrispondenti al disegno delle labbra dei suoi due figli, con le loro date di nascita.

Per vedere altre foto di Claudio, vai sul suo sito.