Il sesso come un membro del diritto di circolare

L’amore è un diritto. Storia di un’assistente sessuale e del “suo” Matteo - Stannah Racconta

Membri lacerazione sesso video

Un cittadino rumeno e un cittadino americanodopo aver convissuto per quattro anni negli Stati Uniti, si sono sposati a Bruxelles nel Nel dicembre i coniugi hanno chiesto alle autorità rumene informazioni circa la procedura e le condizioni in cui il cittadino americano potesse ottenere, in quanto familiare del cittadino rumenoil diritto di soggiornare legalmente in Romania per un periodo superiore a tre mesi. Tale domanda era fondata sulla direttiva relativa all'esercizio della libertà di circolazioneche permette al coniuge di un cittadino dell'Unione che abbia esercitato tale libertà di raggiungere quest'ultimo nello Stato membro in cui soggiorna.

I due coniugi hanno quindi proposto dinanzi ai giudici rumeni un ricorso diretto a far dichiarare l'esistenza di una discriminazione fondata sull'orientamento sessualeper quanto il sesso come un membro del diritto di circolare l'esercizio del diritto di libera circolazione nell'Unione. Tuttavia la Corte ricorda che, in alcuni casi, cittadini di Stati non-Ue, familiari di un cittadino dell'Unione, che non potevano beneficiare, sulla base delle disposizioni della direttiva, di un diritto di soggiorno derivato nello Stato membro di cui tale cittadino abbia la cittadinanza, possono tuttavia vedersi riconosciuto un simile diritto sulla base dell'articolo 21, paragrafo 1, del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea, disposizione che conferisce direttamente ai cittadini dell'Unione il diritto fondamentale e individuale di circolare e soggiornare liberamente nel il sesso come un membro del diritto di circolare degli Stati membri.

La Corte prosegue indicando che le condizioni di concessione di tale diritto di soggiorno il sesso come un membro del diritto di circolare non devono essere più rigorose di quelle previste dalla direttiva per la concessione di un simile diritto di soggiorno a un cittadino di uno Stato non-Uefamiliare di un cittadino dell'Unione che abbia esercitato il proprio diritto di libera circolazione stabilendosi in uno Stato membro diverso da quello di cui possiede la cittadinanza.

La Corte precisa, peraltro, che lo stato civile delle persone, a cui sono riconducibili le norme relative al matrimonio, è una materia che rientra nella competenza degli Stati membri e che il diritto dell'Unione non pregiudica tale competenza. Questi ultimi restano quindi liberi di prevedere o meno il matrimonio omosessuale. La Corte considera, tuttavia, che il rifiuto, da parte di uno Stato membro, di riconoscere, ai soli fini della concessione di un diritto di soggiorno derivato a un cittadino di uno Stato non-Ue, il matrimonio di quest'ultimo con un cittadino dell'Unione dello stesso sesso, legalmente contratto in un altro Stato membro, è atto ad ostacolare l'esercizio del diritto di detto cittadino di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri.

L'obbligo per uno Stato membro di riconoscere, ai soli fini della concessione di un diritto di soggiorno derivato a un cittadino di uno Stato non-Ue, un matrimonio omosessuale contratto in un altro Stato membro conformemente alla normativa di quest'ultimo non pregiudica l'istituto del matrimonio in tale primo Stato membro.

In particolare, tale obbligo non impone a detto Stato membro di prevedere, nella sua normativa nazionale, l'istituto del matrimonio omosessuale.

Inoltre, un simile obbligo di riconoscimento ai soli fini della concessione di un diritto di soggiorno derivato a un cittadino di uno Stato non-UE non attenta all'identità nazionale né minaccia l'ordine pubblico dello Stato membro interessato. Scopri altri prodotti. Il Sole 24 ORE incoraggia i lettori al dibattito ed al libero scambio di opinioni sugli argomenti oggetto di discussione nei nostri articoli.

I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti.

Non verranno peraltro pubblicati contributi in qualsiasi modo diffamatori, razzisti, ingiuriosi, osceni, lesivi della privacy di terzi e delle il sesso come un membro del diritto di circolare del diritto d'autore, messaggi commerciali o promozionali, propaganda politica. I dati conferiti per postare un commento sono limitati al nome e all'indirizzo e-mail.

I dati sono obbligatori al fine di autorizzare la pubblicazione del commento e non saranno pubblicati insieme al commento salvo esplicita indicazione da parte dell'utente. Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. Ultime novità Dal catalogo del Sole 24 Ore.

Le gallery più viste. Ultimi podcast da radio Recupera password. Scadenze settembre Fisco Lavoro e prev. Le regole della Community Il Sole 24 ORE incoraggia i lettori al dibattito ed al libero scambio di opinioni sugli argomenti oggetto di discussione nei nostri articoli.