Prima del sesso sotto il tavolo

La prima POSIZIONE non si scorda mai - LisaSaySex

Che era una buona potenza

Colazione sotto il tavolo. Sabato mattina ore nove, cancello della casa di campagna del dott. Il cancello automatico si apre, risalgo in auto e mi avvio lungo il viale alberato che porta alla villetta. Il dottore ha riservato una stanzetta tutta per me dove tengo i miei oggetti e soprattutto i vestitini sexy che lui ha comprato per me. Infermiera, soubrette, poliziotta, cameriera, ecc.

Busso alla porta del salone. Ringrazio il dottore per il complimento. Gianni intanto si avvicina, mi abbraccia e mi bacia in bocca. Le sua mani sotto il vestitino mi accarezzano le chiappe, la schiena. Mi bacia sul collo. Il mio cazzetto, che a riposo è simile al mignolino di un bambino e in erezione non arriva a dieci centimetri, si sta rizzando. Il dottore tira fuori un dildo anale e la vaselina da un cassetto e li passa a Gianni. Poi inserisce il dildo. Restando dietro di me, mi abbraccia prima del sesso sotto il tavolo le sue mani sotto il vestitino mi accarezzano dappertutto, la pancia, il seno.

Mi strizza i capezzoli. Sempre da dietro, con il dildo anale inserito nel culo, Gianni prende in mano il mio pisellino ormai completamente eretto. Non riesco più a trattenermi e vengo sul pavimento. Qualcuno suona il campanello. Licia, prima del sesso sotto il tavolo per favore andare a rispondere?

Sono due fratelli, giovani imprenditori titolari di una piccola azienda metalmeccanica ereditata dal padre che fu amico di infanzia del dottore. A volte il sabato mattina vengono a trovare il dottore per parlare di affari e affini. Intanto loro hanno percorso il viale alberato.

Apro la porta. Vittorio trentenne o poco più. Giorgio, il più giovane, sui venticinque. Sorrido e faccio loro un grazioso inchino. I fratelli sembrano molto interessati. Licia, hai proprio un corpicino da favola, complimenti! Forse è timido. Intanto Licia potresti prepararci qualche panino e portarci anche delle bibite? Effettivamente loro sono due giovanottoni e Giorgio è il più massiccio.

Sarà per quello che lo chiamano in quel modo… o forse sarà per la dotazione? Busso alla porta con il vassoio in mano e qualcuno da dento la stanza mi dice di entrare.

Mangiano, io verso da bere quello che mi chiedono. Il dottore è seduto di fronte a Gianni, alla sua sinistra è seduto Vittorio e alla sua destra Giorgio. Sono sotto il tavolo. Apro la patta dei pantaloni del dottore e tiro fuori il suo cazzo. Lecco la sua cappella e quando comincia a crescere la prendo tutta in bocca.

Nel frattempo con la mano destra accarezzo Vittorio sopra la patta. Capisco dal gonfiore che lui è veramente superdotato. Continuo a pompare il cazzo del dottore ma nel frattempo faccio uscire quello di Vittorio che anche se ancora non completamente eretto mi sembra un pisellone prima del sesso sotto il tavolo fantastico. Intanto che lecco e pompo il cazzo del dottore sego quello del signor Vittorio che diventa sempre più grosso e duro.

Un vero pezzo da novanta. Bello, ciccione, vergato da grosse venature, la cappellona turgida e liscia. Intanto il dottore viene nella mia bocca.

Chiaramente ingoio tutto: è la mia colazione! Poi finalmete mi dedico al signor Vittorio. Fino alla cappella che prendo tutta nella mia bocca calda. Il signor Vittorio prima del sesso sotto il tavolo un mugolio di piacere. Intanto ho cavato dalla patta anche il cazzo di Gianni che masturbo con delicatezza con la mano destra. Quindi il signor Vittorio gode nella mia bocca. Cinque o sei fiotti di sborra che ingoio con piacere.

Penso al cazzone che avrà… visto il soprannome. In compenso Giorgio ha due belle palle grandi e sode. Anche Gianni viene nella mia bocca contribuendo alla mia colazione. Infine mi dedico completamente a Giorgio.

Lo spompino per bene mentre lui mugola di piacere. Con la sua cappella in bocca accarezzo delicatamente le sue palle gonfie. Ad un certo punto mi prende la testa e comincia a scoparmi la bocca sempre più forte, sempre più velocemente, giù fino in fondo alla gola. Prima del sesso sotto il tavolo fatto comincia a sborrarmi in bocca una quantità di sperma esagerata. Ogni schizzo una bocconata di sborra in quantità spropositata che faccio fatica a contenere.

Metto tutto il mio prima del sesso sotto il tavolo per ingoiare questa sborrata che sembra non finire mai. Dopo quasi una ventina di fiotti carichi carichi finalmente Giorgio prima del sesso sotto il tavolo cava il suo cazzo dalla mia bocca sazia. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Sito web. Lascia un commento Annulla risposta Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Privacy e cookie Continuando a navigare nel nostro sitosei consapevole che il nostro sito utilizza i cookies.