Per il sesso. 16 anni vecchia

PROVANO A BACIARSI PER LA PRIMA VOLTA

Storie di ragazze prima il sesso con un cane

A Maria devo il mio svezzamento sessuale a 16 anni. Maria non era una puttana né una fiorente ragazza. Era una donna matura. Direi - non lo ricordo più - sui 60 o qualcosina per il sesso. 16 anni vecchia più. Per il sesso. 16 anni vecchia lei sono dedicate queste poche righe, ora che vagherà da qualche parte nell'universo, sperando che possa aver trovato luce e pace.

Glielo devo, come atto di gratitudine per avermi fatto scoprire il sesso. Maria viveva nella nostra casa da parecchi anni. Non era una governante nel senso vero della parola: ormai faceva parte della famiglia, dopo la morte del marito. Sola, senza parenti né figli l'avevano accolta, quando io avevo 10 per il sesso. 16 anni vecchia. Con lei sono cresciuto, oltre che con i miei, dai lei ho ricevuto coccole, carezze, confidenze, aiuto coi primi compiti scolastici e, con lei, sono diventato uomo per la prima volta.

Sedeva a tavola con noi, partecipava alle nostre conversazioni. Aiutava in casa, ma cercavamo di non farglielo pesare. Aveva ancora tutti i suoi capelli neri, corvini, lunghi e una pelle, per la sua età, incredibilmente bianca e liscia, ma era grassa, una sorta di Mamy di "Via col vento".

Era buona, affidabile, religiosa ma non bigotta, ottima cuoca. Mi voleva bene e, poi, come leggerete, me lo ha dimostrato e, anch'io, in fondo le ero affezionato. La ricordo ancora con affetto. Cresciuto, cominciai ad avere i primi turbamenti sessuali, abbastanza precoci, per mia sfortuna, nel senso che mi sentivo dentro un calore che non so spiegare. Accanto alle bambine non potevo stare: le guardavo le coscette sotto le gonnelline corte, il petto, gli occhi, i capelli e me le figuravo nude.

Poi sbirciavo le donne e Il cazzetto s'allungava e mi gonfiava i pantaloncini. Ebbi, come tutti, i ragazzi le classiche polluzioni notturni e scoprii la "bellezza" della masturbazione. In pratica, cominciai ad portarmi in giro dei bei calamari sotto gli occhi.

Mi guardavo intorno e la voglia cresceva di andare a fiche. A 15 anni, come me, i miei amici erano per il sesso. 16 anni vecchia andati tutti a farsi sverginare dalle puttane. Io le scansavo, non perché mi facessero schifo, ma avevo sentito parlare di certe malattie e non volevo rischiare. Allora l'acquisto dei profilattici - che non sapevo neppure comperano fatti - erano vietati ai minori.

In casa non c'erano altre donne, oltre mia madre e Maria e su di lei iniziai ad appuntare il mio sguardo, facendo strani pensieri. Maria, presa dalle tante cose da fare, aveva l'abitudine di girare per casa con il camicione da notte, spesso d'inverno e leggero d'estate, coperto, nella stagione fredda da un giacchino di lanina.

Lo faceva senza malizia, tanto non avrebbe mai per il sesso. 16 anni vecchia di suscitare nel suo amato e adorato piccolo dei pensieri lubrici Quella per il sesso. 16 anni vecchia del mio gran salto, come sempre, facevo colazione in cucina, mentre lei sfaccendava qua e là, indossando sempre lo stesso camicione, ma con le spalline, lasciando le spalle scoperte, belle candide.

Avevo tutto in one: per il sesso. 16 anni vecchia, tette, pancia. Il suo di dietro mi colpiva e, ogni tanto, mi toccavo, rapidamente per farmi vedere. Una mattina, non lo so, forse m'era svegliato con una gran foia dentro, forse per qualche sogno erotico, insomma ero eccitato e l'erezione, violenta, incontrollabile, mi faceva male. Vedendo girare quel culo intorno e il ballonzolare dei seni, persi la testa. Mi avvicinai a Maria e le palpai il sedere, toccandomi, con affanno.

Incoraggiato anche dal fatto che in casa eravamo fuori, mi sbottonai la patta e lo estrassi fuori, le presi la mano e gliela avvicinai al mio sesso. Poi, vergognoso, scappai via. Per il resto del giorno non mi feci più vedere e, a tavola, evitavo di guardarla. Al mattino preferivo fare colazione con tutti gli altri senza farla più in cucina con lei. Per qualche giorno pensai e ripensai all'opportunità di riprovarci: era molto bello!

Mi feci per il sesso. 16 anni vecchia dalla voglia e, di nuovo, approfittai del fatto che eravamo ancora da soli. Lei, al solito, era in camicione. M'incollai subito a lei e misi fuori il cazzo, pronto per farmelo toccare. Le misi le mani sotto il camicione, cercai il suo culone, trovai le grosse mutande come quelle di Bridget Stone nel suo famoso Per il sesso.

16 anni vecchiale scostai e le maneggiai le natiche. Maria lasciava fare. Azzardai il davanti, scostai un lembo di quella corazza e andai diritto sulla sua fica pelosa che sentii calda e morbida al tatto. Poi le dissi in un orecchio:"Fammelo fare, Maria! La blandii come potevo, soffiandole sul collo, carezzandole i capelli, gli enormi seni, ma tutto sembrava inutile.

Fu una lotta tra noi due: io non la smettevo di toccarla e di farle sentire il cazzo sul culo, lei cercava di forzarmi a fermarmi. Tremavo, l'adrenalina circolava a fiumi nelle mie vene, il cazzo per il sesso.

16 anni vecchia doleva tanto dall'impeto che ci mettevo dentro. Per un attimo ebbi paura di non farcela. Non era una ragazza, Maria, ve l'ho detto, ma era l'unica donna a mia disposizione in quel momento. Lei sollevai fino al pancione il camicione e la vidi, la fica pelosa e scura! Mi sentivo pulsare il sangue nella testa. Mi ci buttai addosso e lei spalanco le coscione. Spinsi, come tante volte ne avevo sentito parlare dai miei amici: ci tenevo a farle capire che ero un uomo fatto!

Mi alzai di scatto, ancora gocciolante e, come con la masturbazione, fuggii Non sto a descrivervi la tempesta dentro di me: potete immaginarvela! No, assolutamente. Passato qualche giorno, gustato il frutto, mi riprese il desiderio e ritornai all'attacco e trovai la sua fortezza senza difese, pronta a ricevermi.

Imparai a farlo calma, a sperimentare altre posizioni, come la pecorina una volta che lo facemmo in bagno. Allora andavo a ruota libera, non sapevo nulla di coito interrotto, di gravidanze, di menopausa. Venivo e venivo in lei. Scopavamo solo. Mai fatto un pompino, una spagnola, un'inculata, mai dato un bacio con la lingua.

Mi eccitava questa sua sottomissione o devozione che dir si voglia, mi sentivo il suo padroncino. Spesso mi diceva che mi voleva bene, mi carezzava, mi coccolava come da bambino, solo che, ora, mi concedeva la sua tana! Di solito con lei era solo una botta e via. Si faceva chiaramente, quando si stava da soli, un po' di timore c'era per la paura di essere scoperti, ma poi andava tutto liscio.

Per il sesso. 16 anni vecchia giorno, ingoiato come un toro, ebbi con lei tre rapporti: la poveretta dovette sorbirsi molta sborra ed infatti rimase indolenzita per una settimana. Le compravo dei dolci, di cui era ghiottissima. Insomma facevo il cavaliere Non ebbi neppure la possibilità di scoparmela per un'ultima volta. Non riuscii neanche a salutarla, tanto fu affrettata la nostra partenza. Sono stato fuori per anni e di lei poco ho saputo. Seppi al ritorno che era morta, per sua fortuna d'infarto, e vi confesso che ne rimasi colpito ed emozionato.

La mia buona vecchia Maria m'aveva fatto uomo e se sono stato capace di farla felice, in quei suoi ultimi anni, oggi ne vado fiero! Ciao, Maria! Siamo 8. Online dal 3 Gennaio Registrati Vuoi pubblicare i tuoi lavori, commentare quell degli altri? Registrati ora! È tutto completamente gratuito! Chi siamo Guarda la per il sesso. 16 anni vecchia di ewriters e tutti le tappe che ci hanno portato fin qui. Contattaci dubbi, domande, proteste o semplicemente un saluto?

Ultime pubblicazioni. Tutti gli autori. Gli scaffali. La buona vecchia Maria di Priapus. Letto volte. Per il sesso. 16 anni vecchia scaffale Eros. Direi Complimenti, mi piacciono i racconti "veri". Lascia un commento a questo lavoro: per lasciare un commento devi effettuare il login : effettua il login per commentare questo lavoro commenta. Registrazione Ti piace ewriters? Vuoi dare sfogo alla tua passione per la scrittura? Registrati gratuitamente! Login E ora Tutti gli autori La lista degli autori che scrivono su ewriters.