Storie di sesso per ripicca un uomo

La testimonianza shock di Adelina: rapita, stuprata e torturata - Storie italiane 25/05/2018

Sesso con una ragazza di 12 anni

Mi chiamo Ettore, detto "Cavallo" perché ho un pene spropositato, straordinariamente lungo e abbastanza largo da non risultare sproporzionato.

Questa caratteristica fisica fu ben chiara ai miei genitori sin dai primi anni della mia infanzia, quando non riuscivano a capacitarsi d'avere avuto per figlio un simpatico bimbetto a "tre zampe". A 12 anni non potevo giocare al "dottore e all'infermiera" perché le mie amichette, dopo essere rimaste a bocca aperta, scappavano via vergognose e preoccupate al tempo stesso. Una di queste, la signora Fabiana, soleva invitarmi a casa sua con la scusa di dolci preparati per la mia famiglia e, una volta da lei, il storie di sesso per ripicca un uomo era sempre lo stesso: "Mi fai vedere se il matterello tuo è più grande di quello che adopero io per stendere la massa dei biscotti?

Cui seguiva, immancabilmente, l'abbassamento da parte di lei della mia cerniera, il rovistare tra le mie mutande e con fare trionfale, far fuoriuscire la "bestia" che, anche se a riposo, raggiungeva quasi quei trenta centimetri che parevano mandarla in solluchero! All'inizio sembrava un gioco buffo e strano, poi comincia a provare quel calore tipico che accompagna l'eccitazione e mi ritrovai ad assecondare le sue seghe muovendo il bacino in sintonia con le sue mani. Anche Elvira, la maestra di musica, giocava col mio pisello, ma lo faceva di nascosto storie di sesso per ripicca un uomo con la scusa di farmi tenere correttamente la chitarra sulle gambe.

Quella fu la prima volta che eruttati una quantità maggiore di "lava" personale, anche perché l'indiavolata ragazza non accennava a smetterla neanche alla vista del mio mare di sperma sparso sulla sua mano e sulla mia pancia. Mia sorella era già uscita per andare dalle amiche e in casa c'eravamo solo io e la nonna, peraltro paralitica e mezza sorda.

Per me era la prima volta che scopavo con una donna, lei invece era più navigata in tal senso. Sandra si muoveva in trance a occhi chiusi, ondeggiando sul mio pene irrigidito e gemendo a più non posso, farfugliando cose più o meno comprendibili che avevano, come senso principale, le dimensioni del mio pene "Mamma quant'è grosso!!!! M'accorsi che anche gli uomini o almeno alcuni di essi erano attratti dal mio sesso, e da alcuni di essi accettai baci e palpazioni sconvenienti, sempre con il cazzo in tiro e pronto a venire.

A 16 anni avevo già all'attivo una decina di scopate con altrettante donne la cui età, normalmente, variava tra i 15 e i 45 anni. Non passava giorno che non subissi le attenzioni di una femmina, e il mio pene passava da una sega a un pompino, spesso finendo tra le "menne" grosse di qualche ragazzotta pettoruta.

Imparai anche a donare piacere con bocca e dita, ma il mio punto di forza risultavano quei benedetti 35 centimetri di cazzo che, una volta infilati in una fica o in un culo, facevano sprofondare la controparte in un mondo fatto di sensazioni piacevoli. E, da come dimenticassero mariti e fidanzati, si poteva arguire la brama della mia verga da parte loro. Mi scopai anche Filomena, la mamma di un amico di scuola.

O, per meglio dire, fu lei a istigarmi alla scopata dopo aver visto quello che la leggenda metropolitana riportava in giro: Ettore ha un cazzo da cavallo! Filomena la scopai un pomeriggio di primavera, sul divano buono di casa mentre il gatto si muoveva strusciandosi tra le nostre gambe.

Storie di sesso per ripicca un uomo me la scopai nei primi tre anni di liceo, almeno una volta la settimana, facendo i salti mortali per non farci scoprire dal marito e dal figlio, mio inconsapevole compagno di studi. Pareva godesse della sola idea di essere penetrata e dava particolare importanza alla preparazione del buco da far sondare, obbligandomi a lunghi baci a bocca aperta e lingua dentro sia che si trattase storie di sesso per ripicca un uomo sua vagina piuttosto che della sua bocca o, ancor più trasgressivamente, del suo ano.

Smisi di sottostare alle sue voglie quando conobbi Giusy, una bellissima ragazza della mia scuola che mi fece perdere letteralmente la testa, e alla quale feci perdere in maniera rapida la verginità dentro la Panda di mia madre in una e serata dolce di Maggio, tra sospiri languidi e grida di meraviglia alla vista della mia "nerchia", fino a quel momento conosciuta dai pettegolezzi delle compagne.

Giusy aveva 16 anni, era piccolina di statura ma con due belle tette che sembravano di marmo tant'erano sode, e un culetto delizioso.

La sua passerina era stretta e sapeva di bagnoschiuma, e con mio stupore non si depilava, mostrando un bellissimo boschetto di riccioli neri che incorniciavano il suo inguine spingendosi fino all'attaccatura delle cosce e inerpicandosi per un breve tratto all'interno del suo profondissimo solco intrachiappale. E aveva un'elasticità infinita: mi riceveva con una facilità estrema ovunque puntassi il mip pene equino, adattandosi alle mie dimensioni con qualsiasi parte del suo corpo.

Nonostante il suo essere piccola, la penetravo totalmente senza arrecarle danno, come se avesse cavità di dimensioni infinite al suo interno. Giusy fu la seconda donna a donarsi a me totalmente dopo Filomena, con la differenza che mentre la prima era una signora navigata, lei era invece vergine in ognuno dei suoi tre dolci buchetti. Era profondamente innamorata di me, e non solo perché ero stato il suo primo e unico uomo.

Ma, purtroppo, lei non sarebbe stata la mia ultima donna. Storie di sesso per ripicca un uomo per ripicca si concesse ad Armando, un amico comune dalle scarse capacità amatoriali ma dall'indubbia ricchezza storie di sesso per ripicca un uomo famiglia, mentre io continuavo a farmi Ada e, con lei, metà delle sue amiche, libere o fidanzate che fossero. Trombai con diverse sedicenni e qualche diciassettenne e diciottenne, spesso sconvolgendole alla vista e, soprattutto, durante l'uso del mio cazzone, quasi sempre decretando la fine di fidanzamenti che duravano da parecchio tempo.

Trombai anche con alcune mamme ormai avevo imparato a decifrare i loro muti inviti e con una in particolare, Edda, dovetti far ricorso a tutta la mia abilità perché sembrava essersi rimangiato repentinamente l'invito al sesso libero.

Diciamo che, in questo caso, rasentai la violenza carnale, anche perché la signora era particolarmente chiusa nelle sue parti intime quasi non avesse minimamente intenzione a lasciarmi entrare. Oppure, semplicemente, ero troppo grosso per lei Anche se, moralmente, la cosa la sconvolse a tal punto da rifuggire in seguito la mia sola presenza. Giusy, che orami è felicemente sposata e ha un bimbo di pochi mesi e che mi ha perdonato tutto, rimanendomi comunque amica.

Siamo 8. Online dal 3 Gennaio Registrati Vuoi pubblicare i tuoi lavori, commentare quell degli altri? Registrati ora! È tutto completamente storie di sesso per ripicca un uomo Chi siamo Guarda la storia di ewriters e tutti le tappe che ci hanno portato fin qui. Contattaci dubbi, domande, proteste o semplicemente un saluto? Ultime pubblicazioni. Tutti gli autori. Gli scaffali. L'uomo chiamato "Cavallo" di Handrea. Letto volte. Dallo scaffale Eros.

Questo racconto non è autobiografico. Quindi raccomando le signore lettrici di non contattarmi sperando che sia io quell'uomo!. Con Sandra ho scoperto anche il sesso. Ormai avevo 14 anni storie di sesso per ripicca un uomo avevo già diverse esperienze all'attivo. La sua vista è la mia dolce, perpetua punizione Commenti Non ci sono commenti disponibili al momento. Lascia un commento a questo lavoro: per lasciare un commento devi effettuare il login : effettua il login per commentare questo lavoro commenta.

Registrazione Ti piace ewriters? Vuoi dare sfogo alla tua passione per la scrittura? Registrati gratuitamente! Login E ora Tutti gli autori La lista degli autori che scrivono su ewriters. Gli scaffali Tutti i lavori raccolti per argomento. Almanacco Cosa succede ogni giorno su ewriters. Chi siamo La storia di ewriters dall'inizio a oggi.

Regolamento Le poche regole da seguire Seguici I storie di sesso per ripicca un uomo contatti sui social network. Contattaci Hai bisogno di auto? O ci vuoi insultare? Cookies Informativa estesa sull'utilizzo dei cookies. Disclaimer ewriters. I diritti delle opere sono dei rispettivi autori e loro vanno storie di sesso per ripicca un uomo in caso vogliate usare in qualche modo le loro creazioni.

Nel caso in cui contenuti, ledano direttamente o indirettamente la vostra persona, vi invitiamo a segnalarcelo in modo da poter intervenire sull'autore e sull'opera.