Donna con le immagini figlio e mamma

Arteteca - Mamma e papà con Sara Iuppariello - Made in Sud 13/05/2019

Casa del sesso rusky

Possiamo dedicare una frase famosa, un pensiero alla nostra mamma per la sua festa. Se volete creare una grafica con il nome di vostra mamma, da computer non funziona su tablet o cellulare potete collegarvi qui: Strumento gratuito per creare le etichette con il nome. Dove mi hai raccolto? La mia sola consolazione, quando salivo per coricarmi, era che la mamma venisse a darmi un bacio non appena fossi stato a letto.

Mi strinsi al fianco della mamma…. La mamma ed io avevamo i nostri miti, i nostri linguaggi segreti, i nostri scherzi rituali…. Esistono mamme che baciano e mamme che sgridano, ma si tratta comunque di amore, e la maggior parte delle mamme bacia e sgrida contemporaneamente.

Povere Madri che vivete nascoste e consumate nel segreto del vostro cuore ansie e dolori da nessuno compresi! Non ha un accento, un guardo, un riso che non mi tocchi dolcemente il cuore. Ah se fossi pittore, farei tutta la vita il suo ritratto. Vorrei poter cangiar vita con vita, darle tutto il vigor Donna con le immagini figlio e mamma anni miei Vorrei Donna con le immagini figlio e mamma me vecchio e lei… dal Donna con le immagini figlio e mamma mio ringiovanita!

Da dove sono venuto? Dove mi hai trovato? Ed ella pianse e rise allo stesso tempo e stringendolo al petto gli rispose: tu eri nascosto nel mio cuore bambino mio, tu eri il Suo desiderio. Tu eri nelle bambole della mia infanzia, in Donna con le immagini figlio e mamma le mie speranze, in tutti i miei amori, nella mia vita, nella vita di mia madre, tu hai vissuto.

E per paura che tu fugga via ti tengo stretto nel mio cuore. Quale magia ha dunque affidato il tesoro del mondo nelle mie esili braccia? Mi cantano Dormi! Sussurrano Dormi! Bisbigliano Dormi!

Oggi sono io che ti scrivo. E non importa se ora ho qualche lacrima per te, per tutti quelli che come te aspettano, e non sanno che cosa. Ma forse qualcuno risponde? O morte di pietà, morte di pudore. Addio, cara, addio, mia dolcissima mater. Sei insostituibile. Per questo è dannata alla solitudine la vita che mi hai data. E non voglio esser solo. Sopravviviamo: ed è la confusione di una vita rinata fuori dalla ragione.

Ti supplico, ah, ti supplico: non voler morire. Sono qui, solo, con te, in un futuro aprile…. Nessuno, nessuno dei bimbi lo sa.

Un bimbo nasce e …va. Una mamma è come un albero grande che tutti i suoi frutti ti da: per quanti gliene domandi sempre uno ne troverà. Ti da il frutto, il fiore, la foglia, per te di tutto si spoglia, anche i rami si taglierà. Una mamma è come un albero grande. Una mamma è come una sorgente. Più ne toglie acqua e più ne getta. Non sgorga che per dissetarti, se arrivi ride, piange se parti. Una mamma è come il mare.

Con la ferita più profonda non potrai farlo sanguinare, subito ritorna ad azzurreggiare. Una mamma è questo mistero: tutto comprende tutto perdona, tutto soffre, tutto dona, non coglie fiore per la sua corona. Puoi passare da lei come straniero, puoi farle male in tutta la persona. Benedetta la casa illuminata dal sorriso della madre! Sorriso della madre! Più nitido e luminoso del primo raggio di sole quando appare alla creatura che riapre gli occhi al mattino, lusinghiero quando saluta e dice addio da Donna con le immagini figlio e mamma davanzale e accompagna fino alla svolta della strada, e chi si allontana se la porta nel cuore e la strada gli sembra più amabile di ieri e il mondo gli sembra più roseo….

La madre è un angelo che ci guarda che ci insegna ad amare! Ella riscalda le nostre dita, il nostro capo fra le sue ginocchia, la nostra anima nel suo cuore: ci Donna con le immagini figlio e mamma il suo latte quando siamo piccini, il suo pane quando siamo grandi e la sua vita sempre. Basta una nuvola in cielo a nascondere il sole, bastano poche parole a ferire.

Non basta una vita a fare tutto il bene possibile. Che cosa vuoi dire questo nome? Pensa: tu eri un piccolo essere debole e affamato; una donna si mise vicino a te: camminava quando tu camminavi; si fermava quando ti fermavi; sorrideva quando tu piangevi. La mamma ti ha insegnato a parlare e ad amare; riscalda le tue manine nelle sue. Le mani della mamma sono belle e buone. Le Donna con le immagini figlio e mamma della mamma sono laboriose e carezzevoli Le mani della mamma sono utili e umili, amorose e infaticabili.

Sono utili perchè compiono tanti lavori. Umili perché non rifiutano di fare qualsiasi servizio… Infaticabili perchè Donna con le immagini figlio e mamma sempre attive. Guidano e sorreggono; ammoniscono e accarezzano; insegnano a bere e a mangiare; a leggere e a scrivere.

E quando si uniscono strette strette alle manine dei bimbi, insegnano anche a pregare. La casa senza mamma è un fuoco senza fiamma, un prato senza viole, un cielo senza sole.

Sul paesino bianco bianco scende la notte scura scura, ma il cuor piccino non ha paura, anzi è preso da un dolce Donna con le immagini figlio e mamma. Ha la fontana che sempre varia la sua canzone di fantasia. Il bambino ha la sua mamma a che gli fa nido con le braccia, che se lo stringe guancia a guancia e gli canta la ninna nanna. Tu non sei più vicina a Dio di noi; siamo lontani tutti.

Ma tu hai stupende benedette le mani. Nascono chiare in te dal manto, luminoso contorno: io sono la rugiada, il giorno, ma tu, Donna con le immagini figlio e mamma sei la pianta. Cara madre, dovrei uscire per comprarti un fiore, mi dicono che oggi è il giorno dei morti, ma io dormo ogni giorno fino a tardi.

Mi dicevi: non badare, dormi finché ti va. Forza è pace. Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale E ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino. Il mio dura tuttora, né più mi occorrono Le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede. Con te Donna con le immagini figlio e mamma ho scese perché sapevo che di noi due Le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate, erano le tue.

Mi hai messo in bocca tutte le parole a cucchiaini, tranne una: mamma. Da te ho preso le voci del mio luogo, le canzoni, le ingiurie, gli scongiuri, da te ho ascoltato il primo libro dietro la febbre della scarlattina.

Da te ho preso gli occhi chiari con il loro peso a te ho nascosto tutto. Ho promesso di bruciare il tuo corpo di non darlo alla terra. Ah, è un inferno essere amati da chi non ama né la felicità, né la vita, né se stesso, ma soltanto te! E se tu hai voglia di sottrarti a un simile sopruso, a una simile persecuzione, essa ti chiama Giuda!

Lei, per natura, non è libera, e vorrebbe che tu fossi asservito assieme a lei. Questo è il suo amore di madre! Tu, è naturale, non hai nessun gusto per un romanzo di tal genere, e te ne ridi: a te piacciono altri romanzi, altri cuori… Essa piange, e sempre più diventa noiosa, senile, funesta!

Tutto, intorno a lei, è infestato dalle lagrime. E tu, si capisce, sempre più hai voglia di evitarla. Appena ti vede ricomparire, essa ti accusa… I suoi insulti sono supremi, di uno stile biblico. Parlavamo delle nostre case, di Strasburgo e di Torino, delle nostre letture, dei nostri studi. Delle nostre madri: come si somigliano tutte le madri!

Chi asciugava i pianti miei? Mamma buona era lei… Chi in cucina cucinava? Mamma cuoca canticchiava… Mamma Tutto. Mamma, son tanto felice perché ritorno da te. Mamma son tanto felice… Viver lontano perché? Mamma, solo per te la mia canzone vola, mamma, sarai con me, tu non sarai più sola!

Quanto ti voglio bene! Sei tu la vita e per la vita non ti lascio mai più! Oggi la testa tua bianca io voglio stringere al cuor. Mamma… mai più! Mamme, mamme, mamme questo è il dono che Dio vi fa! Tra batuffoli e fasce, mille sogni nel cuor: per un bimbo che nasce quante gioie e dolor! Son tutte belle le mamme del Donna con le immagini figlio e mamma quando un bambino si stringono al cuor!