Moglie storia puttana sesso

La storia di Nihad, 16enne rapita e violentata dall'Isis

Sex and the City Series TV on-line stagione 6

Sono Nino, 46 anni ben portati e marito, penso esemplare in quanto non sono mai andato, in 19 anni di matrimonio, dietro ad una gonna che non fosse quella di mia moglie. Zina, mia moglie, è una splendida donna di 43 anni: castana, viso attraente, un bel corpo con le curve al posto giusto; il tutto in 1,65 cm di altezza. Quindi, dopo aver perso del tempo in officina, decisi di sospendere il mio giro e far ritorno a casa. Prima mi fermai in un ampio posteggio per prendere il caffè e comprare le sigarette.

Era strano; guardai più volte la targa convinto di un abbaglio; guardai pure dentro; non vi erano dubbi: era la nostra auto. La chiamo al cellulare. Mi sistemai in modo di avere la situazione sotto controllo senza essere visto.

La vidi scendere di fretta e salire sulla sua. Riconobbi chi era alla guida: Sergio, un suo collega. E bene la puttana di mia moglie! Scopava moglie storia puttana sesso Sergio. Quanti pensieri in un attimo. Conoscevo Sergio e anche la moglie, Linda. Andai a casa cercando di preparare un discorso o di studiare un atteggiamento. Che faccia da puttana! Adesso più la guardavo e più puttana mi sembrava. Mi vennero in mente due episodi, entrambi quando, a seconda del mio programma lavorativo, avrei dovuta fare un lungo giro e sarei rientrato la sera.

Ecco perché spesso mi chiedeva dei miei programmi! Entrambe le volte lei era rientrata poco prima di me. Mica potevo pensare che mi faceva cornuto? Decisi: niente scenate; ne avrei parlato con Linda.

Ci conoscevamo, sapevo dove lavorava ma non eravamo tanto in confidenza. Mi ha detto che gli seccava andare in ufficio. Brutto porco traditore. Ne parlammo tanto, anche nei giorni moglie storia puttana sesso incontrandoci in auto. Dovevamo essere certi e scoprire dove andavano a scopare. Linda moglie storia puttana sesso una moglie storia puttana sesso donna, anche lei castana, meno carina di mia moglie in viso ma con un bel corpo; cm più cm meno, la stessa altezza di Zina; complessivamente è molto sensuale; ha 45 anni.

Naturalmente tra noi nacque una certa complicità e stare chiuso in macchina con lei non mi lasciava indifferente. Forse nemmeno a lei, tanto che, quando mi capitava moglie storia puttana sesso sfiorarla mi diceva che non dovevamo fare lo stesso errore che avevano fatto quei due porci.

Cercai di andare oltre. Era quasi buio, ma man mano che andavamo avanti Linda aveva capito. Brutto porco, ora capisco il motivo per cui non vuole che io la dia in affitto: la distruggono, si deve rimettere a posto. Linda mi disse di fermarmi e posteggiare sulla destra.

Mi tiene la mano. Lo facemmo il sabato mattina approfittando che nessuno lavorava ma Sergio aveva un impegno di famiglia. Il letto era ben sistemato: ogni volta lo sfacevano e lo rifacevano; in bagno si vedeva chiaramente moglie storia puttana sesso il lavabo e il bidet erano usati con una moglie storia puttana sesso frequenza. Ritornammo in camera da letto; il suo viso era pieno di rabbia. Le appoggiai il braccio sulle spalle e girandole il viso cercai la sua bocca. Peggio per lui.

Moglie storia puttana sesso fradicia di umori. Mi sollevai in ginocchio e lei supina. Mentre con la mano destra continuai ad accarezzarle la fica, con la sinistra le spostai il reggiseno e le palpai le tette finché non mi chinai e presi a morderle i capezzoli turgidi come due chiodi. Senza staccarci e gemendo ci rotolammo: io supino, lei sopra e iniziammo un gran bel Sentivo il cazzo dentro la sua bocca e le mani che giocavano con le mie palle; la sua fica sulla mia bocca e lamia lingua che la esplorava tutta, fuori e dentro.

Alla faccia di mio marito! Moglie storia puttana sesso crede che se voglio fare la troia non la posso fare? Che bellooo!

Scopami forte. Che cazzooo! Sii, mi piace il tuo cazzoooo! Si dimenava ancora; roteava il bacino col mio cazzo tutto dentro. Quando ci vuole ci vuole. Godo ancoraaaa. Prese a pulirmi sorridendo.

Le moglie storia puttana sesso che la volevo vedere ancora per scopare. Non ti è bastato? Moglie storia puttana sesso cosa vorresti? Mi fece capire che quando suo marito moglie storia puttana sesso inculava non le piaceva tanto e lo faceva raramente. Mi venne in mente il culo di mia moglie: a lei piaceva e sicuramente Sergio la inculava alla grande. Con Linda ci incontrammo 2 volte moglie storia puttana sesso una settimana. La prima volta fu quella in cui caddero tutti i tabù tra di noi: si fece inculare alla grande più volte e le sborrai pure in bocca.

Le risposi di si. La seconda moglie storia puttana sesso trovammo il letto in disordine. Che tensione e imbarazzo quando sentimmo aprire la porta di casa! Figuratevi quando entrarono in camera da letto e trovarono me supino e Linda al mio fianco, leggermente su in modo che iuo le potessi leccare le tette mentre lei me lo menava. Restarono di stucco chiedendosi se era tutto vero o un sogno.

Siete qua pure voi? Loro guardavano sorpresi e mortificati: Zina con la bocca semiaperta guardava la mano di Linda che mi segava; Sergio paonazzo in viso e con la rabbia in corpo. Lui rimase immobile. Ce ne vogliamo andare? Sentimmo chiudere la porta e Linda fece una smorfia come per dire. Nessun discorso da parte mia. Cosa avrebbe potuto dire? Si incontravano da quasi un anno ed era stata mia moglie a stuzzicarlo. Tuttavia, per più di un mese continuammo negli incontri. Linda ed io non parlavamo più di loro e scopavamo come due porci.

Loro non so se parlavano di noi. E poi? Notai il suo imbarazzo. Era Linda. Le disse se eravamo disposti, quella stessa sera, per una pizza.

Mi chiese cosa ne pensassi. Sorpreso le risposi che non avevo nulla in contrario. Le risposi che non sapevo niente e chiesi a lei se avesse problemi. Erano sexy entrambe. Zina di più. Che ci posso fare? Mia moglie mi piace sempre. Ci comportiamo come se niente fosse: parlammo moglie storia puttana sesso tutto tranne che delle nostre storie incrociate; loro con atteggiamenti teneri e qualche palpata.

Noi altrettanto. Poi, sul finire, Linda propose, considerando che fuori piovigginava e non avremmo potuto fare nemmeno due passi, di andare a casa, in quella casa, la casa del peccato. Sergio non disse niente; Zina ed io ci guardammo sorpresi. Sergio prese due bottiglie di vino bianco e andammo via. Faceva pure freddo. Fortunatamente Linda, vantandosene, non aveva disdetto il contratto di fornitura del metano e disse a suo marito di accendere i riscaldamenti.

Fino a quando, sorseggiando già il secondo moglie storia puttana sesso, presi a palpare le tette di mia moglie. Sergio prese a baciare sua moglie ed io e Zina, dopo averli osservati per qualche secondo, ci baciammo avidamente.

Incominciammo a palparci, ad ansimare e a liberarci di qualche indumento. Il mio era decisamente più lungo, il suo era più tozzo, più grosso e con una cappella impressionante.