Storie di sesso dembelsky

Racconti Erotici by Cosmopolitan: il Sesso Non è (più) Solo Genitali

Sesso russo con il video donne mature

Questo racconto di Dikens è stato letto 8 9 2 8 volte. Sesso estremo Scritto da Dikensilgenere dominazione Non è' da molto che ho scoperto ed ogni tanto frequento il sito," erotici racconti" che trovo molto interessante per gli scritti che ospita alcuni veramente da gustare. Da qui la voglia di scrivere anche io e raccontarvi qualcosa della mia vita che è' stata ed è ricca di eventi storie di sesso dembelsky sessuali di vario genere.

Sono medico e la professione mi ha facilitato nel creare e vivere tante ma veramente tante relazioni con donne di ogni età',giovanissime,moltissime sposate e anche qualche anziana ,oltre i settanta. Tuttavia prima di inoltrarmi nella descrizione dei particolari di questi storie di sesso dembelsky che mi hanno visto,ed è' bene che lo dica subito,privo di qualsiasi scrupolo di ordine morale ,mi va ,anche perché' a raccontarlo ancora mi eccito,parlarvi di una pagina di vita che mi ha visto diventare il padrone assoluto di una donna.

Dico padrone assoluto,e anche se a volte ancora rabbrividisco,padrone storie di sesso dembelsky vita fino alle estreme conseguenze. Voglio chiarire,per altro che trattasi di vita vera e non fantasie. La donna,direi insignificante dal lato estetico,salvo dei bei seni e delle belle cosce e' riuscita a darmi ed ovviamente a farmi gustare tantissimo sotto l'aspetto di esperienze sempre nuove o ricercate di estremo erotismo,in cui ripeto la sottomissione la più' completa è' stato l'elemento caratteristico.

Quando vivevo in casa ,scapolo con mia madre ,frequentava casa mia una ragazza figlia di persone a noi vicine che di fatto senza essere ufficialmente una domestica,dava a storie di sesso dembelsky madre in varie maniere un aiuto nelle vicende di gestione della casa. Dopo non molto tempo mi accorsi che lei aveva un vivo interesse per me ,chiaramente solo sessuale,perché' non esistevano per lei altre prospettive.

Io come al storie di sesso dembelsky ,non ho posto grandi tempi tra il pensiero e l'azione ed ho incominciato ad attivare nei suoi confronti tutto quanto lei poteva percepire come attenzione sessuale. Approfittavo di tutte le occasioni per tirare il cazzo fuori dei pantaloni esibendomi in masturbazioni esibizioni delle palle ,gesti che mimavano baci con la lingua o pompini con il mio dito pollice in bocca ,in un susseguirsi di gesti ed atteggiamenti erotici.

Ho notato la sua meraviglia ed una attenzione particolare nel guardare il cazzo,cosa che mi aveva fatto capire che lei mai aveva avuto un cazzo grosso in mano o altrove. Avevo una voglia di godere di lei intensa ,ma gradivo in modo particolare che lei mi palpasse il cazzo e me lo accarezzasse fino a che aiutata da lei me mi feci una lunga masturbazione Con un orgasmo prolungato ed una lunga ed abbondante sborrata nelle sue mani. Tralascio di soffermarmi su tutti i gradini del percorso verso l'utilizzo completo di Nina ,questo era il suo nome.

Seghe ,palpeggiamenti,pompini ed infine ditalini i cui orgasmi conclusivi hanno determinato tutti i presupposti che l'hanno fatta diventare mia schiava. Storie di sesso dembelsky questa donna per una ventina di anni in tutto,prima e dopo il mio matrimonio,ho consumato tutto quanto il mio cervello ai limiti dell'ossessione erotica mi suggeriva di fare. Con lei ho instaurato una dominazione completa,psicologico-mentale,fisico e sessuale. Da notare che una sola cosa lei ha preteso ,mantenere integra la :verginità.

Mi diceva che se doveva succederle qualcosa e doveva essere visitata,lei doveva apparire vergine! Parlavo di dominio storie di sesso dembelsky. Lei senza un segno di resistenza ,tutt'altro, si sottoponeva a qualsiasi voglia sessuale mia,oltre ad ubbidire ed eseguire ordini di vario genere. Esempio in un certo periodo,alcune donne sposate che chiavavano con ,mi infastidivano per una loro ostentata esibizione di mogli oneste.

Allora volevo che soffrissero una condizione di ansia legata al rapporto con storie di sesso dembelsky ed alle corna ai mariti. Ordinavo a Nina e lei eseguiva ,di fare delle telefonate a queste donne,dandole di puttane facendo capire che sapeva chiavassero col dottore,e cose simili. Tutto cio' metteva nel panico queste troie per bene, e la cosa mi creava un sottile intenso piacere erotico' sopratutto quando mi chiamavano preoccupate aspettando da me parole tranquillizzanti.

Nina viveva una vita da sogno perché non avrebbe mai pensato che lei, una comunissima donna poteva essere la puttana di un dottore,amante di tante belle donne del paese. Per lei sentirsi alla pari con queste " signore",nel senso che anche lei, come loro ,poteva godere del mio cazzoera il massimo dono che la vita le concedeva.

Da qui il mio dominio fisico e sessuale. Non è' esistito capriccio erotico o di qualsiasi genere e modo di svolgimento che lei non storie di sesso dembelsky abbia concesso. Ripeto la storie di sesso dembelsky no!

Ma il culo,la bocca ,i seni sono stati oggetto di tutte le forzature erotiche possibili. Con lei più che con i pompini ,godevo irrumandola. Le facevo chiudere la bocca ed io le fottevo la bocca violentemente infilandole fino in gola il cazzo ,su e giù',con forza fino a inondarle di sperma la gola.

La sua lingua ha sostituito per me l'acqua ,il sapone,l'asciugamano;quando in casa in assenza di mia madre io facevo le mie abluzioni o le normali attività igieniche lei veniva e voleva le pisciassi in bocca ed inghiottiva fino all'ultima goccia di urina.

Voleva che io le riservassi uno storie di sesso dembelsky 'anche per il buco del mio culo,perché' dopo la defecazione voleva finire lei la pulizia dell'ano, nulla per lei aveva un limite. Ero il suo essere eccezionale da adorare e servire in tutte le maniere. I seni,i capezzoli,le labbra della fica,il clitoride erano storie di sesso dembelsky di punture con gli aghi delle siringhe. Dopo questi esercizi,specie con le punture sui seni e capezzoli,questi erano tutti irrorati da gocce di sangue che sgorgavano dal punto infilzato.

Allora io raccoglievo col cazzo tutte le gocce del sangue e storie di sesso dembelsky le portavo in bocca e lei con calma e con una eccitazione da non dirsi leccava ed inghiottiva. Ogni tanto le infilzavo diversi aghi nei capezzoli e nel clitoride c he lei doveva tenere ,andando via dallo studio fino a che li toglievo nei giorni successivi.

Mi eccitava,incontrandola per strada sentirmi dire che le facevano male. A volte chiedeva sempre più di ferirla,e nello studio,voleva essere punzecchiata nel culo con la punta del bisturi cosa che ogni tanto facevo con il solito rituale del mio cazzo che raccoglieva il sangue che era più' abbondante che lei leccava e inghiottiva. Era sotto il mio dominio e avrei potuto fare qualsiasi storie di sesso dembelsky del suo corpo,ma quello che colpiva era il suo desideriodesiderio e grande piacere che provava a qualsiasi forma di storie di sesso dembelsky io le provocassi.

Frustarla,era una sua richiesta costante,era occasione di grandi godimenti per lei. A volte le procuravo bruciature sui seni con la sigaretta,e lei per sopportare il dolore voleva storie di sesso dembelsky mio cazzo in bocca o nelle mani. A volte volendo vedere fin dove mi avrebbe seguito con i giochi sadici,le dicevo se era disposta a farsi sverginare in un posto solitario storie di sesso dembelsky cui io la facessi godere stringendole le mani nel collo fino a che lei avesse l' orgasmo.

Chiaro il Ebbene lei era disposta a tutto Mi fermo qui ,perché mi sono accorto che il racconto forse è' troppo lungo ,ma mi riservo di continuarlo in seguito ,se troverà' lettori interessati. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.